Intervista a Amelia Squillace

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

I racconti di Amelia

Racconti

Acquista online

17/10/2016

Amelia Squillace nasce a Napoli il 24 maggio del 1954, ma attualmente risiede a Ruvo del Monte, in provincia di Potenza. È madre di cinque figli e ha quattordici nipoti. Appassionata di scrittura, è autrice di poesie per le quali ha ottenuto diversi riconoscimenti letterari. Eccoci, curiosi e interessatissimi finalmente conosciamo Amelia Squillace, autrice del libro 'I racconti di Amelia'.

Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
Mi piace raccontarmi tutto quello che gira intorno a me dalla mia prima infanzia, all’adolescenza fino alla mia matura età.
Quando e come nasce 'I racconti di Amelia'?
Un titolo per raccontare ai lettori tutte le mie storie vissute, vere o di fantasia.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?
Google, Facebook, Twitter.
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Scrivo sempre se si tratta di una poesia, dei mini racconti, una fiaba, un saggio. Adesso sto scrivendo un libro... Una donna di nome Giorgia.
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
Sono pensionata e mi dedico come tutte le donne a fare la casalinga. Nelle mie ore libere scrivo. Mi mancano tanto i miei figli e i miei nipoti perché non abitano nella mia città. Abito in un piccolo paesino di Potenza, un borgo con tanto verde e tantissimi alberi, a primavera c’è la fioritura del mandorlo e della mimosa, osservandoli ti donano una gioia con tutti i loro fiori e colori. Non mancano i canti di vari uccellini, mentre d’inverno arriva la neve così bianca e pura che osservandola ti dona un sorriso con le voci confuse dei bambini che giocano, fanno delle palle di neve per tirarsele addosso.

Ho due cani, uno è un gigante e si chiama Maradona, l’altro si chiama Bobbino, un volpino. Li tengo in campagna insieme a due galline che non ucciderò mai, una si chiama Caterina l’altra Piccolina... in compenso mi fanno le uova.
Cosa le piace?
Ci sono tantissime cose, che non basterebbe un foglio per scriverle.
Ne scrivo solo tre. Il mare, viaggiare, scrivere.
Cosa non le piace?
Le bugie, le guerre, la violenza in assoluto.
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
Sono una persona ottimista in tutte le circostanze che la vita ti mette davanti, il mio bicchiere è sempre metà pieno.
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
Mi piace leggere un po’ di tutto, l’ultimo libro che ho letto è di Oriana Fallaci Un bambino mai nato.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?
La vita è un quadro da colorare, ci metti tu i colori e un pizzico di fantasia e vivi meglio.