Intervista a Maria Vittoria Strappafelci

L'Autore

Nessun dato inserito

Sei l'Autore?
Vuoi completare la scheda e inserire novità e completare il tuo curriculum letterario?
Clicca qui e aumenta la tua visibilità.

Il suo libro

La mia vita in un pensiero

Aforismi

Acquista online

31/03/2017

Maria Vittoria Strappafelci nasce a San Lorenzo Nuovo (Viterbo) il 23 agosto 1971. Indirizzata nel settore dell’alta moda e della creatività, consegue il diploma di Stilista, Figurinista, Modellista, Sarta e Truccatrice, facendo poi varie esperienze nelle grandi sartorie dei più famosi stilisti italiani, realizzando per conto proprio una collezione di abiti prestigiosi e di alta qualità. Attraversa il tunnel buio dell’anoressia dal quale esce vittoriosa dopo un percorso fatto all’interno di se stessa nella profonda conoscenza della sua personalità. In questa fase molto importante della sua vita, trova nella scrittura una sorta di terapia per esternare il dolore e il suo disagio. Ciò la porta a pubblicare Il digiuno dell’anima: una storia di anoressia (Casa Editrice Kimerik). Nel corso del nuovo cammino si rimette in discussione. ritorna così a parlare di sé in un nuovo libro, La mia vita in un pensiero.
Eccoci, curiosi e interessatissimi finalmente conosciamo Maria Vittoria Strappafelci, autrice del libro “La mia vita in un pensiero”.


Ci vuole dire come mai è arrivato a questa pubblicazione?
E’ semplice! Dopo aver pubblicato il mio primo libro con la Casa Editrice Kimerik, IL DIGIUNO DELL’ANIMA UNA STORIA DI ANORESSIA, non potevo fare altro che presentare un nuovo lavoro ed un progetto a cui tenevo tanto, dato che come autrice mi sono sentita in una grande famiglia lavorando con un team di veri professionisti! E così un altro sogno si è realizzato!
Quando e come nasce “La mia vita in un pensiero”?
Nasce in una sera di ottobre, mentre stavo vivendo un’altra fase difficile della mia vita per la malattia di mio padre che poi è venuto a mancare. La scrittura è sempre stata la mia dolce terapia dell’anima ed ho esternato i miei stati d’animo di quel momento ma anche di un anno intenso vissuto in tante situazioni, sia nel bene che nel male. Così ho voluto dare parola al mio dolore attraverso frasi, aforismi e pensieri sulla vita e l’amicizia, mettendo in evidenza i valori che per me sono stati sempre sacri, come la SINCERITA’ ED IL RISPETTO. Valori che non ho ricevuto da chi credevo fosse davvero mio amico, aprendo nella mia ingenuità il cuore ed essere ripagata invece con la falsità la bugia e l’ipocrisia. Tutto è venuto spontaneamente dall'anima che si è voluta liberare da ciò che l’aveva afflitta fino a quel momento. Il messaggio del libro infatti è racchiuso tutto in una sola frase: “SI PUO’ VINCERE SUL DOLORE”.
Ha un profilo Social? Ci vuole dare il suo Domicilio virtuale?

Ho un mio profilo Facebook con il mio stesso nome, Maria Vittoria Strappafelci, un profilo instagram con il nome di misssssnutellaaaaa e un sito web del mio primo libro IL DIGIUNO DELL’ANIMA UNA STORIA DI ANORESSIA. Il link al riferimento del mio sito si può trovare in entrambi i profili social che ho sopra elencato.
Sta scrivendo? Ha altri progetti letterari nel cassetto?
Certo, ormai la mia mano non si ferma più di scrivere. Ho un altro progetto a cui sto lavorando e spero che presto verrà realizzato!
Riserviamo l’ultima parte dell’interviste a domande personali. Conosciamo meglio l’autore, ci racconti, di cosa si occupa? Si vuole raccontare e vuole raccontarci il suo mondo privato?
Io mi occupo di moda. Mi sono diplomata stilista, modellista e sarta in Alta Moda, lavorando con le più prestigiose firme italiane. Attualmente sono una libera professionista nel settore che è stato sempre la mia più grande passione sin da bambina, ma la scrittura in questo momento mi coinvolge più di quanto pensavo e quindi vado avanti in entrambi i campi.
Cosa le piace?
Mi piace fare tutto ciò che mi porta ad essere creativa, fa parte del mio DNA, è una parte della mia personalità che esce fuori attraverso la fantasia.
Cosa non le piace?
Difficile trovare una cosa che non mi piace. Da quando ho scoperto la vita ritornando a vivere per una seconda volta, trovo il piacere in tutto ciò che mi circonda. Io le chiamo le “piccole sfumature della vita”.
Invece nella sua vita cosa reputa fondamentale?
Reputo fondamentale innanzitutto la salute. Senza di questa nulla posso fare. Poi ci sono i valori che contano, come la famiglia, la cosa più preziosa che ho al mondo e poi il rispetto e la sincerità, perché questi sono le basi solide per costruire qualsiasi tipo di rapporto!
Il libro più bello che ha letto negli ultimi 3 anni?
Io amo molto leggere i romanzi di Sveva Casati Modignani, la mia scrittrice preferita ed il libro che mi ha appassionato più di tutti in questo ultimo periodo si intitola: LA VIGNA DI ANGELICA.
C’è un motto, una frase o un aforisma che potrebbe caratterizzarla?

“VIVI OGNI GIORNO COME FOSSE L’ULTIMO GIORNO”.